MISTERI BIELLESI. Secondo gli ultimi studi, non sarebbe stato esatto nemmeno il calcolo 21 giugno 2020. Ci riferiamo al calendario Maya, la cui fine del mondo sembrava essere prima a fine anno, poi per un calcolo diverso domenica scorsa. Secondo molti il Coronavirus non sarebbe altro che l’inizio di questa fine.

In realtà secondo Mirko Beehive, professore dell’Università di Tokio, la fine del mondo sarebbe da ricondurre non ai giorni ma all’incrocio tra latitudine e longitudine.
‘Nello specifico i Maya già conoscevano il valore di quel numero misterioso che è il Pi greco – spiega il professore sull’ultimo numero di ‘Scienze’ – e infatti furono abili costruttori di Piramidi come gli Egizi, piramidi che sono a base quadrata iscrivibile in un cerchio calcolato con tale numero, pertanto il calcolo della fine del mondo andrebbe fatto ragionando tra latitudine, longitudine e altezza dal suolo essendo il celebre calendario Maya rotondo’.

Se noi infatti moltiplichiamo la latitudine del tempio Kukulkan dedicato al Portatore di canide, in Messico : 14,51 Latitudine e lo moltiplichiamo per 3,14 otteniamo 45.575 N e 2,46 Est per 3,14 ottiene Longitudine 8.041 E e infine essendo il tempio a 1,623,38 msl bisogna dividere questa altezza sul mare per 3,14.
Otteniamo Altitudine 517 mslm.
‘Secondo i miei studi – chiude il Professor Beehive- bisogna capire se i Maya hanno seppellito a latitudine 45.575 N, longitudine 8.041 e altezza sul mare 517 un manufatto in grado di bloccare la fine del mondo conosciuto’.
Sorprenderà i Biellesi scoprire che Cossila è su quelle coordinate e che il manufatto è il cartello ‘Oggi polenta e cervo’, che infatti nessuno sa da quanto tempo è lì e che dà appieno il senso di relatività del tempo poi scoperta da Einstein.


Se infatti passiamo lì davanti oggi sappiamo che c’è quel piatto, ma nella nostra mente sappiamo che ci sarà anche l’indomani, ma questo perpetuo calendario Maya della Valle Oropa ci dice anche che non possiamo averne la certezza fino a che domani non ci passiamo di nuovo davanti, perchè dice ‘oggi’ non ‘oggi e domani’ o ‘sempre’.


Pertanto il mondo finirà quando questo cartello verrà rimosso. Teniamolo a cura.

Rispondi