Biella batte Rieti e si conquista il diritto di chiudere, ovviamente facendo i debiti scongiuri, la serie domenica pomeriggio al Forum di fronte al suo pubblico e allora ripercorriamo la sfida numero tre tra Rieti e Biella guardando alle singole performance dei giocatori scesi sul parquet.


Berdini 6,5 il play tascabile del quintetto base biellese, imposta bene nel primo quarto e svolge una discreta regia che tiene Biella alta soprattutto nel primo tempo. Tre ottimi assist sfornati al bacio, cala nella ripresa e aumenta il giro falli
D’Almeyda 6 fa innervosire Pepper che gli mette le mani in faccia per ben tre volte, costringendo il numero 33 all’uscita anzitempo, ma probabilmente lo scontro innervosisce anche lui che non gioca sui suoi soliti standard e prende anche pochi rimbalzi, degna di nota una gran stoppata rifilata nel finale
Bertetti 6 argento vivo mette il consueto pepe nella gestione della partita e tenta, come di consueto più volte l’avventura personale da tre punti ma questa sera le polveri sono bagnate.


Laganà 7 il capitano entra nel momento del bisogno, quando la palla scotta, quando non c’è nessuno che si fida della propria mira balistica e allora lui si carica il gruppo andando a fare a sportellate sotto canestro (sette i falli subiti) e tre i palloni recuperati
Miaschi 8 Mvp della serata c’è sempre, nel momento della difficoltà senza remore incendia la partita, nel primo tempo provoca la scossa, ma è onnipresente durante tutti i quaranta minuti.

Se bisogna trovare un difetto i liberi sotto pressione, troppi quello sbagliati e in una sfida punto a punto possono diventare determinanti
Barbante 6,5 il lungo biellese ha un brutto cliente come Wilson da contenere e non è facile ma svolge in maniera egregia il suo compito e porta un mattone sostanzioso alla vittoria
Vincini 6 abituato a scampoli di partita Squarcina gli concede oltre dieci minuti, servono a far rifiatare i compagni ed è preciso e ordinato, tutta esperienza, servirà eccome anche domenica
Pollone 7,5 non gioca moltissimo ma quando entra non sbaglia una giocata, 7 rimbalzi, un recupero e due triple di quelle che fanno malissimo alla difesa di Rieti

Hawkins 6,5 fiato decisamente corto, prova ne siano le cinque palle perse, ma va comunque in doppia cifra, anche se rende solo per un tempo
Carroll 7 stesso discorso di Hawkins, comincia a essere in debito di ossigeno e si perde a parlare troppo con gli arbitri rischiando ogni volta il tecnico, quando però la sua mano diventa calda è immarcabile
Squarcina 7 riesce a districarsi e far ruotare tutto il gruppo, l’emozione è tanta e la voce si fa sentire quando Rieti fa il contro break pericoloso
Rieti 6 squadra corta e in debito di ossigeno, ma quando Pepper (5) si fa cacciare, trova i giusti anticorpi per rientrare, così si carica sulle spalle la squadra Wilson (8) che però al di la di una doppia doppia da paura perde anche 9 palloni. Concreto Piccoli (7) e Nonkovic (7) mentre De laurentis (5) è sempre fuori dal gioco
Terna arbitrale 6,5 non commette soverchi errori anche se è un po’ permissiva con la panchina di Rieti
Zanzare 4 fastidiose più della marcatura di Piccoli per Biella una vera croce per il pubblico.


Forum 10 i tifosi anche in numero limitato si fanno sentire e mettono in difficoltà gli ospiti non più abituati a un pubblico così caldo
Marco Lino 9 sei anni di assenza e il rientro coincide con una partita fondamentale.

Edilnol Biella vs Kienergia Rieti 72– 60 (24 – 8; 42 – 26; 56 – 46)
Edilnol Pallacanestro Biella: Berdini 4, Bertetti 1, Laganà (C) 10, Barbante 7, Miaschi 20, D’Almeyda 2, Pollone 7, Vincini 0, Hawkins 10, Carroll 11 Allenatore: Iacopo Squarcina.
Kienergia Rieti: Tommasini 0, Sanguinetti 6, Sabatino 10, De Laurentis 2, Wilson 22, Pepper 4, Piccoli 8, Nonkovic 4, Frizzarin 4, Buccini 0, All. Rossi
Tiri Liberi Biella 12/20 Rieti 13/19 Rimbalzi Biella 39 Rieti 42 Assist Biella 9 Rieti 6

Rispondi