Alle volte bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno e accontentarsi, questo, secondo un personalissimo parere, il metro di paragone della partita di questa sera. Una sconfitta figlia della battaglia contro Bergamo, una partita assolutamente non decisiva e affrontata con qualche acciacco meno di 75 ore dopo quella del Forum. Di pessimo il dato dei rimbalzi surclassati dalla Stella Azzurra e il vuoto maturato nel terzo quarto che ha rischiato di imbarcare la squadra sprofondata anche a meno 14 in un amen. Detto questo si va ai play out contro San Severo o Rieti, sfide non impossibili, in cui la differenza la faranno come sempre i dettagli. Per stabilire chi scenderà la sfida è tutta tra Bergamo e Stella Azzurra con i romani favoriti ma per niente sicuro. In questa fase il fattore campo è stato decisivo, ma per Easly e compagni dovrà esserlo ancora di più, e sinceramente non vorremmo essere nei lombardi che, hanno si il destino nelle loro mani, ma in questi casi il pallone non solo scotta, ma è anche difficile da indirizzare e il canestro diventa piccolissimo. Per cui questa sera godiamoci il dato certo, siamo ancora li, e non molliamo, ma pensando che dalla prossima si tornerà a fare maledettamente sul serio e non dovremo più guardare a questa partita e al lavoro di Thompson vero MVP della squadra capitolina. Noi avevamo Carroll ma questa volta non è bastato
Stella Azzurra Roma-Edilnol Pallacanestro Biella 87-75

Parziali: 19-25, 44-44, 70-56

Stella Azzurra Roma: Rullo 6, Thompson 31, Giordano 6, Visintin 4, Mabor, Ghirlanda ne, Nikolic, Ndzie ne, Marcius 16, Thioune 3, Innocenti, Pugliatti 21. All.: Germano D’Arcangeli.

Edilnol Pallacanestro Biella: Berdini 1, Carroll 26, Miaschi 5, Hawkins 11, Barbante 12, Laganà 17, Bertetti, Pollone 2, Vincini ne, D’Almeida 1. All.: Iacopo Squarcina

Terna arbitrale: Caforio, Scrima, Perocco

Un pensiero su “Biella, play out in – di Giuseppe Rasolo ( foto Masi/Stella Azzurra)”

Rispondi