La storia o gli eventi che si succedono sono spesso determinati da episodi, a volte costruiti a caso oppure determinati da un caso fortuito che spesso e volentieri cambiano anche il corso stesso degli eventi. Se in passato avevamo parlato del colpo di Zurigo, le storie da 007, che hanno anche evocato Ian Fleming hanno costellato la storia della seconda guerra mondiale. E allora andiamo a conoscerne un’altra, ovverosia la storia dell’operazione Mincemeat.

Americani e inglesi hanno da poco sconfitto le truppe dell’Asse in Africa, nonostante la scoppola subita al Passo di Kasserine per mano di Rommel un teatro di guerra è stato messo a riposo; centinaia di migliaia di soldati  italiani sono pronti ad affollare i campi di concentramento alleati. Ora e tempo di riportare la guerra in Europa ma dove sbarcheranno gli americani ? Francia meridionale? Grecia? Italia si ma dove? Hitler è preoccupato e quindi si scatenato le intelligence. Lungo le coste spagnole viene trovato un cadavere di un soldato gallese, Glyndwr Michael, esaminato il cadavere dagli spagnoli le carte che ha indosso indicano nella Sardegna e nella Grecia i prossimi obiettivi di sbarco.

Spagnoli e tedeschi collaborano e quindi le difese vengono predisposte come sperano gli alleati. Una vera e propria beffa orchestrata da chi a luglio nell’operazione Husky fa arrivare sulle spiagge sicule carri armati e migliaia di soldati alleati. La porta dell’’Europa è così aperta, ma possibile che tedeschi e italiani si siano fatti beffare in modo così ingenuo ??

La controprova ancora pochi mesi dopo in Normandia, anche questa volta depistaggi. E così la Volpe del Deserto che ha fatto tremare eserciti più potenti si fa prendere per il naso da un trucco facile facile ? c’è poi un aspetto curioso a El Alamein, in Normandia e in altre situazioni Rommel è sempre assente, connivente e sfortunato ??

Rispondi