ATTUALITA' BELLEZZA BIELLA CULTURA PIEMONTE SALUTE scuola TURISMO

L’ Alto Piemonte diventa ‘Foodyland’ – di Andrea Guasco (articolo e video).

Inizia la prossima settimana il lungo programma di incontri via web organizzato da IIS Eugenio Bona di Biella e associazione culturale Etnica – idee per l’economia solidale e interculturale- che hanno deciso di avviare un progetto sul turismo enogastronomico. Un progetto ispirato dalla visione che vede l’Alto Piemonte come una FoodyLand, un territorio unico in grado di affascinare, attrarre, emozionare, divertire e far innamorare i golosi di bellezza.

Uno spazio virtuale pensato per gli studenti e i docenti delle scuole superiori dell’Alto Piemonte e aperto gratuitamente a tutti gli interessati (con richiesta di partecipazione da inviare a foodyAcademy@gmail.com). FoodyAcademy nasce solo grazie alla disponibilità e alla collaborazione delle tante persone e dei tanti Enti che hanno ritenuto opportuno confrontarsi con gli studenti, con i docenti e con tutti gli interessati. FoodyAcademy si propone come il luogo dove incontrare critici gastronomici, tra cui Edoardo Raspelli (9 aprile) e Chef Kumalé, instagrammer, come Petunia Ollister, ma anche cioccolatieri, mastri birrai, panettieri, vignaioli, ristoratori e chef stellati come i Costardi Bros. Dove poter discutere di politiche e strategie territoriali; di birre prodotte in carcere o con il riciclo del pane avanzato; di cucina e di vigne di montagna; di cucina stellata basata sulle erbe selvatiche; della relazione tra il cibo, l’arte e il design; delle eccellenze della tradizione piemontese come il gianduiotto e il Vermouth.

Tra i webinar spicca quello del 14 aprile intitolato “Sapori Galeotti” che vuole valorizzare due realtà di ristorazione carceraria: una operante all’interno della struttura di Bollate e un’altra operante all’esterno della struttura di Verbania e gestita con ex carcerati. Gli appuntamenti più importanti si svolgeranno nell’ultima settimana di aprile e precisamente tra il 26 e il 29 dello stesso mese. Il 26 aprile si terrà il convegno “Strategie di marketing territoriale e turismo enogastronomico” con attori pubblici e privati che esporranno le azioni avviate per promuovere il territorio enogastronomico piemontese, in particolare quello montano. Tra questi VisitPiemonte, Turismo Torino, VisitMonterosa, Oasi Zegna e Città di Alba, riconosciuta dall’Unesco come Città Creativa per la gastronomia. Il 27 aprile si terrà il convegno ”Eccellenze, esperienze ed emozioni birrarie”, organizzato in collaborazione con la manifestazione Bolle di Malto, che ospiterà la presentazione della Guida Slow Food 2021 delle Birre d’Italia, arricchita dalle esperienze dei più importanti mastri birrai biellesi. Seguirà una panoramica sul turismo birrario in Slovenia e Irlanda e la presentazione di una birra di economia circolare e di una birra di economia carceraria.

Il 28 aprile si terrà il convegno “Il Gusto della Bellezza” dove artisti e designer ~ Armona Pistoletto, Luisa Bocchietto e Francesca Appiani del Museo Alessi – illustreranno i loro progetti ispirati al cibo seguiti da: una chef, Mariangela Susigan di Caluso, insignita con una stella Michelin rossa e con una stella Michelin verde per la sostenibilità; da Roberta Ceretto, presidente dell’omonimo di gruppo vitivinicolo e ristorativo che ha fatto del rapporto tra l’arte contemporanea e la cucina stellata una scelta strategica vincente potendosi così fregiare di tre stelle Michelin assegnate al ristorante Duomo di Alba e infine da Guido Castagna, promotore del riconoscimento Igp del gianduiotto di Torino. Il 29 aprile e’ in programma il convegno su “Antonio Benedetto Carpano e il Vermouth di Torino”.

Un momento in cui si parlerà della storia e del futuro della tradizionale bevanda piemontese, diffusa in tutto il mondo, con Danilo Craveia, archivista del DocBi; Stefano Berta, direttore del Consorzio del Vermouth di Torino; Marco Ponzano, responsabile della Collezione Branca; Francesca Meneghini, brand manager di Carpano; i ristoratori torinesi Simona Vlaic del San Giors e Marcello Trentini, chef stellato di Magorabin. Il progetto FoodyAcademy non si esaurirà nel corrente anno scolastico ma proseguirà anche nel prossimo con le modalità consentite dalla situazione sanitaria generale.

Di seguito ecco la video intervista alla co-coordinatrice del programma Stella Scialpi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: