CRONACA EDITORIALE PIEMONTE POLITICA

In uno stato di polizia da dittatura sanitaria i ragazzi sono colpevoli di essere giovani – di Andrea Guasco

Incredibile notizia a Gaglianico pubblicata dagli organi di stampa locali, dai quali, per fortuna noi de ‘Il giusto peso’ abbiamo preso le distanze.

Ripubblichiamo testuale : ‘Un gruppetto di ragazzini è stato notato mentre stava impennando, in mezzo alla strada, dalla pattuglia della Polizia locale. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di ieri 15 marzo a Gaglianico.

All’alt degli agenti i quattro o cinque giovani non si sono fermati ma hanno iniziato a pedalare più forte. Sono in corso accertamenti per l’identificazione degli stessi. Intanto dal comando affermano che verranno intensificati i controlli sul territorio’.

I vigili del paese, già noti per la questione T-Rex anni fa, probabilmente non hanno niente da fare di meglio se non comunicare simili quisquiglie al giornalista di turno al ‘giro cronaca’.

Dopo aver chiuso scuola, sport, parchi, impedito ai ragazzi di frequentarsi lo Stato di dittatura sanitaria, della quale la Polizia Urbana è evidentemente complice non trova di meglio che trovare il tempo per ‘accertamenti per l’identificazione degli stessi’ non sapendo comunicare a quale infrazione e a quale reato sarebbero incorsi i ragazzi.

Colpevoli di essere giovani in una patria di vecchi, frustrati, incontrollabili delatori.

L’Italia con questa notizia è finita.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: