ATTUALITA' BIELLA CRONACA PIEMONTE POLITICA

Immondizia e solidarietà : la situazione in via Piemonte a Biella – di Andrea Guasco

Continua l’emergenza immondizia nelle case Atc del Villaggio Lamarmora in Biella.

Raggiungiamo gli stabili di via Piemonte chiamati da una nostra lettrice, il quartiere rimane, a mio avviso bello, lontano nell’urbanistica e nella viabilità dalla cattiva fama che lo accompagna.

Il ‘Villaggio Lamarmora’ in questa zona ha verde, giardini, siepi e le scuole vicine. Il mercato è a un passo. Le strutture sportive adiacenti.

Il degrado c’è, inutile negarlo : soprattutto a causa dei maleducati che anziché gettare i bicchieri di plastica in un cestino lo infilano al contrario nella siepe che divide la carreggiata stradale dal verde che circonda il palazzo di edilizia popolare davanti al quale ci accoglie la nostra lettrice, Rosa, che, orgogliosa (perdonerete il triste gioco di parole) sottolinea come si sia proposta per mantenere la siepe bassa così com’è dopo che, dopo varie sollecitazioni, Atc l’ha abbassata e tagliata.

‘ Ora cercheremo di autotassarci nel palazzo per dare una mano di vernice all’esterno piano terra -dice- perchè tagliata la siepe si vede il muro scrostato e una brutta scritta fatta con la vernice spray ‘

Il senso civico è il ‘fil rouge’ che accompagna la nostra chiacchierata :  dalla ricerca di una soluzione condivisa con l’ Agenzia Territoriale per la casa per la sostituzione delle cassette della posta (‘La legge dice  che il costo spetta al proprietario e vorrei capire se è così, perchè due mesi fa ci hanno rubato la posta e aperto dei pacchi di un corriere’), ai lavori di taglio dell’erba della area verde comune fatti in proprio) fino alla situazione rifiuti che invece è il tasto dolente della situazione.

‘Infatti nell’area per la plastica vengono messi dei sacchi dell’indifferenziato che non vengono ritirati -sottolinea Rosa- e si accumulano diventando ricettacolo dei topi. Cosa posso fare se non avvertire la Seab, il Comune e magari spostarli sulla carreggiata perchè vengano ritirati ? ‘Ancora un sacco con lana di roccia è appoggiato al muro da tempo e, se la maleducazione è la causa, la soluzione potrebbe essere quella della posa di telecamere di controllo.’

‘E’ l’unica soluzione per beccare chi abbandona i sacchi qui -ci dice Rosa- ma finora la cosa non è stata possibile e la motivazione che ci è stata comunicata è quella della privacy’.  Nel frattempo, se Atc, ha promesso proprio in queste ore di sollecitazioni, la realizzazione di un’area rifiuti vicino al condominio dobbiamo sottolineare che lo stesso problema si presentava a Torino in Borgo San Paolo, attorno ai condomini (ATC anche loro) di Corso Racconigi. Ebbene lì il problema si sta risolvendo proprio con le ‘foto-trappole’ installate dal Comune di Torino, come documentato da ‘La Stampa’ in data 10 gennaio.

Ci chiediamo, noi con la signora Rosa, perchè se la cosa è stata fatta a Torino, non possa essere fatta anche a Biella : ‘ Noi ci autotassiamo già per il cambio lampadine, interne ed esterne, abbiamo acquistato un lampione per l’area rifiuti, tagliamo l’erba tutto attorno appunto per non avere altre spese aggiuntive. Qui c è gente che ha voglia di sistemare, ma c’ è bisogno dell’aiuto delle istituzioni. Che non abbiamo ‘

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: