Le sensazioni erano negative, l’andamento della partita non predisponeva bene; i falli a metà partita dicevano 12 commessi da Biella e solo sei da Verona. E poi una partita da rincorsa, un giocatore grezzo come d’Almeyda che doveva abituarsi agli schemi di coach Squarcina. Lunghi da sovrastare ma difficili da contenere. Quando poi nel terzo quarto con una serie di triple 7/7 Verona ha tentato l’allungo decisivo Biella ha rischiato l’imbarcata sul meno 14 (69/55).

Li, anche i più positivi, hanno vacillato. Non i giocatori, non Berdini che si è preso una tripla in contropiede; né Barbante che ha rifilato la terza stoppata della serata, ne Carroll che ha tirato fuori dal cilindro tiri impossibili e nemmeno il capitano Laganà che ha dato la sferzata giusta, ma c’è stata una giocata che è sintomatica, un coast to coast di Bertetti che, piccolo in mezzo a dei monoliti giganti, è andato in penetrazione a depositare un canestro importante.

La sua grinta, la sua voglia, è stata trasmessa a tutta la squadra e così canestro dopo canestro, punto a punto, con una difesa impenetrabile Biella ha realizzato un miracolo con 30 punti contro 11 che hanno permesso a Squarcina di sorridere per la seconda volta al Forum. Verona ha dato quattro punti su quattro in questa stagione, frutto anche di una ripresa in cui Rosselli e compagni sono sembrati molli, quasi svogliati. Pazienza se Bergamo ha vinto, il gruppone è li a portata di mano, e, se mercoledì, anche con Treviglio arriveranno i due punti potremo giocarcela, con la stessa grinta di stasera però.
Per Biella ottimo Laganà (mvp) ma anche Berdini e Carroll hanno detto la loro. Barbante tre stoppate e Hawkins canestri non banali. Per Verona Rosselli 3/3 al tiro dalla lunga ma il migliore è stato Greene, nullo o poco più Jones.

Edilnol Biella vs Tezenis Verona 85 – 80 (15-23; 38- 44; 61 – 69)
Edilnol Pallacanestro Biella: Berdini 8, Moretti n.e., Bertetti 4, D’Almeyda 2, Laganà (C) 19, Barbante 7, Miaschi 9, Vincini 0, Carroll 20, Hawkins 16 Allenatore: Iacopo Squarcina.
Tezenis Verona: Greene 18, Colussa n.e., Guglielmi 2, Calvi n.e., Tomassini (C) 4, Candussi 9, Jones 6, Rosselli 9, Pini 15, Severini 11, Janelidze 6. Allenatore Alessandro Ramagli
Tiri Liberi Biella 14/16 Verona 13/19 Rimbalzi Biella 32 Verona 34 Assist Biella 11 Verona 13

Un pensiero su “Il cuore di Pallacanestro Biella vince a San Valentino – di Giuseppe Rasolo”

Rispondi