Francesco Ramirez racconta un curioso caso di speculazione

Immaginate che, un giorno, tutti gli utenti di un sito decidano, improvvisamente e con pochissima preparazione, di comprare le azioni di una compagnia che stava inesorabilmente perdendo valore. Immaginate, poi, che questa improvvisa acquisizione di titoli abbia fatto lievitare il valore dei suddetti come mai prima d’ora e, infine, che le uniche persone ad averci rimesso in un primo momento siano stati quei pochi speculatori che, partendo da un capitale di tutto rispetto, usavano le azioni in ribasso per guadagnare sulle disgrazie altrui (l’economia è davvero una bestia strana).

Beh, se avete immaginato tutto questo, allora non vi sarà difficile credere alla storia che sto per raccontarvi, perché è esattamente quanto è successo la scorsa settimana alle azioni di Gamestop: un gruppo di utenti di Reddit, un sito social famoso per le sue numerosissime sottocategorie, ognuna specializzata in un particolare aspetto, e questa in particolare era interessata alla vendita in borsa, aveva notato che le azioni di Gamestop sembravano essere quotate decisamente meno di quanto avrebbero dovuto. E cosa hanno fatto? Hanno scherzosamente suggerito di comprarle in blocco. E, da cosa nasce cosa, quella gioviale battuta è piano piano diventata un’idea che si è insinuata nel cervello di tutti gli utenti di questo subreddit, i quali, alla fine, hanno deciso di comprare per davvero.

Questa è stata la prima volta che un’azione popolare, nata dal basso, ha fatto fluttuare consapevolmente il mercato. Ma tutto questo, per quanto divertente, non è che l’inizio della storia vera e propria.

Perchè, una volta salite vertiginosamente le azioni, come già detto, solo una piccola parte di uomini particolarmente facoltosi ha subito ingenti perdite. Uomini, questi, che avevano puntato sul far perdere ulteriormente valore alle azioni stesse, per poi rivenderle e ricomprarne ancora di più, in un circolo vizioso. Questi uomini, che non hanno alcun problema economico, invece di accettare la disfatta da persone adulte, hanno deciso di andare a lamentarsi su tutti gli altri social disponibili (con l’esclusione, ovviamente, di Reddit) riguardo questa azione “criminale” dei redditiani, i quali sono stati dipinti come pazzi pericolosi e, in alcuni casi, anche come una vera e propria associazione a delinquere.

Il che dà da pensare: in una mossa molto simile a quella del bambino capriccioso mai cresciuto, che stava giocando con il pallone della scuola e, vedendo che altri bambini volevano giocare anche loro con esso, se lo porta a casa come se fosse suo, questi uomini si sono a tutti gli effetti lamentati perché il loro “libero” mercato non dovrebbe essere così libero.

E, pochi giorni dopo, è giunto in loro soccorso niente poco di meno che Robin Hood, il ladro in calzamaglia! Questo, infatti, è il nome di un App di Brokeraggio attraverso la quale era possibile comprare le azioni di Gamestop. Non ha dunque proprio nulla in comune con la nobile figura del ladro che aiuta i poveri depredando i ricchi. E, infatti, l’applicazione ha improvvisamente deciso di impedire gli acquisti di nuove azioni, fermando l’incremento dei valori. Ancora una volta, l’uomo ricco e privilegiato ha potuto prevalere sull’uomo comune! Evviva!

Non sappiamo come questa situazione si evolverà e, personalmente, non rimarrò con il fiato sospeso: esistono ben poche cose meno interessanti della fluttuazione del valore arbitrario di pezzi di carta che compriamo tramite altri pezzi di carta dal valore altrettanto arbitrario.

Nonostante ciò, questa storia ci ha insegnato una morale importante: che, quando il ricco, il quale predicava l’importanza assoluta del libero mercato, sente che qualcuno da sotto potrebbe rubargli la sua posizione predominante, allora questo mercato improvvisamente ha bisogno di essere regolamentato in modo più rigido.

Perché, alla fine di tutto, questo gioco è molto bello. Ma solo finché sono io l’unico a giocarci.

Rispondi