CRONACA economia LAVORO

Più morti sul lavoro nel 2020. Ma sono morti che non fanno notizia – di Andrea Guasco.

L’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre ha presentato l’indagine 2020 sulle morti sul lavoro in Italia. Sono 1270 le vittime registrate nella penisla nel 2020, con un aumento del 17% rispetto al 2019.

In testa a questa triste classifica c’è la Lombardia con 222 decesssi. Segue il Piemonte con 107. Poi Emilia Romagna con 100, Campania con 98, Lazio 72, Sicilia 67, Veneto 65, Puglia 59, Toscana 54, Marche 40, Liguria 39, Calabria 31, Abruzzo 28, Sardegna 22, Trentino Alto Adige 16, Friuli Venezia Giulia 12, Umbria 10, Basilicata 6, Molise 6 e Valle D’Aosta 2.

Naturalmente per la schierata informazione nazionale questo dato ha meno importanza rispetto ai morti positivi al virus della pandemia degli asintomatici cara al governo.

Ci sono morti di serie a e quelli di serie b.

E tranne di covid in Italia non muore più nessuno.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: