Il parquet come un palcoscenico per la nuova stagione, un avversario difficile e imprevedibile come il covid che ti può appiedare mezza squadra e ti trovi, modello Grande fratello a comunicare chi va in campo all’ultimo.

Una stagione decisamente inusuale quella che ci apprestiamo a vivere in cui, più che il risultato, conterà la resilienza; la capacità di sopravvivere a questa pandemia che mieterà vittime anche in ambito sportivo.

Ecco pertanto che più che il risultato, che appare scontato ma mai dire mai, sarà opportuna la grinta con cui tutti quest’anno scenderanno sul parquet.

Ne è consapevole coach Squarcina che nel corso della settimana ha allenato il gruppo in improbabili tre contro tre, quando sarebbe auspicabile fossero cinque contro cinque.

Ma bisogna fare di necessità virtù e allora tutti pronti per la vernice di domenica sera quando arriva niente popò di meno che la Corazzata Torino targata Reale Mutua, l’unico dispiacere è la mancanza del pubblico, il sesto uomo che avrebbe dato una mano decisa alla squadra in questo momento ed è a loro che va il pensiero del Presidente e di Atripaldi in conferenza stampa e a coloro che hanno sottoscritto l’Abbonamento nel corso di quest’anno e a cui la società comunicherà a breve notizie e norme per il rimborso delle quote anticipate, nella speranza che per alcuni almeno nell’anno nuovo sia possibile tornare sugli spalti.

Buon campionato e in bocca al lupo a tutti noi ne abbiamo bisogno

Un pensiero su “Buon campionato (di basket) a tutti – di Giuseppe Rasolo.”
  1. A proposito di preabbonamento io suggerirei di lasciarlo ancora alla società nella speranza che magari riisciamo a vedere almeno le partite del girone di ritorno.

Rispondi