Sette giocatori della Juventus, Ronaldo, Cuadrado, Dybala, Bentancur, Danilo, Demiral e Buffon, nella mattinata di lunedì 5 ottobre, hanno deciso di lasciare la “bolla” dove la squadra stava svolgendo l’isolamento fiduciario, dopo i due casi di covid-19 registrati all’interno della società.

I sette hanno lasciato il ritiro senza però aver avuto il consenso da parte della Asl locale, motivo per il quale la Asl ha prontamente segnalato alla Procura quanto accaduto.

Il gruppo squadra della Juventus è infatti in isolamento fiduciario: sono stati riscontrati, infatti, due casi di positività nello staff. “Non si tratta né di calciatori né di membri dello staff tecnico o medico – precisa la società – tuttavia in ossequio alla normativa e al protocollo tutto il gruppo squadra allargato entra da questo momento in isolamento fiduciario. Questa procedura permetterà a tutti i soggetti negativi ai controlli di svolgere la regolare attività di allenamento e di partita, ma non consentirà contatti con l’esterno del gruppo” si leggeva nella nota ufficiale diramata dal club bianconero.

Dopo la confusione sulla mancata partita contro il Napoli (che nel fratempo con il giro di tamponi di lunedì ha trovato che nessuno è ancora positivo) si aggiunge questo caso al caos. Anagrammi.

Rispondi